7 segni che dicono che non dovreste accettare la prima offerta di lavoro (terza parte)

Avete mandato decine e decine di curriculum, siete stati chiamati per dei colloqui e adesso siete in attesa dell’offerta di lavoro più importante della vostra vita? Intanto imparate come riconoscere un ottimo ambiente lavorativo da uno che vi stancherà troppo. Continuate a leggere! 

6) La lettera di offerta vi ha sorpresi (in modo negativo). 

A colloquio concluso, ci sono ancora chance di controllare i segni per cui non dovreste accettare il lavoro. Se avete fatto buona impressione e siete riusciti a ricevere una lettera di offerta di lavoro, leggetela bene. 

Se la lettera parla di un salario più basso rispetto a ciò di cui eravate a conoscenza, potrebbe trattarsi di una tattica intenzionale per vedere se accettate di lavorare per meno soldi. Se vi succede, non ignoratelo, ma fate notare la differenza e, allo stesso tempo, tenete a mente che l’azienda potrebbe semplicemente essersi sbagliata. Se si rifiutano di mantenere la parola sullo stipendio promesso inizialmente, allora chiaramente la società non è onesta.  

7) Vi sentite sotto pressione. 

Quando finalmente riceverete un’offerta, potreste essere tentati di dire di sì subito, ma ci si aspetta che prenderete un giorno o due per pensarci su prima di dare una risposta. Se l’azienda vi sta facendo pressione per accettare subito, questo potrebbe essere un segno che qualcosa non è come dovrebbe essere. Insieme ad altri cattivi segnali, la spinta ad accettare la loro offerta potrebbe indicare che stanno cercando di riempire un posto a prescindere dal fatto che voi siate la persona giusta oppure no, oppure sono a corto di personale e vogliono farvi iniziare a lavorare fin da subito con orari prolungati. 

Uno qualsiasi dei segni elencati potrebbe essere solo un passo falso di un’azienda che in realtà è ottima, ma se ne osservate diversi, è un indizio che vi fa capire che non dovreste accettare l’offerta di lavoro. 

Una grande società dovrebbe trasmettere alle persone un senso di eccitazione, passione e volontà. Se non vi sentite eccitati per il vostro primo vero lavoro, ascoltate l’istinto, potreste non essere solo nervosi, ma avere ragione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *